mercoledì 23 dicembre 2009

Aler: quand’è che il Comune fattura?


A Rozzano, nel quartiere Aler, si verifica qualcosa di unico. Nessuno dei due attori principali sul territorio (Comune e Aler) svolge il loro mestiere, quello di competenza. Vediamo perchè.
Ogni volta che c’è un problema in un palazzo, dall’ascensore, all’acqua, alle strade e quant’altro, invece di chiamare l’Aler viene richiesto l’intervento del Comune. Questo perché, nel passato, vista l’inadempienza dell’Aler, il Comune si è sempre prodigato nel tentativo di risolvere i problemi o di farsene portatore verso l’Aler stessa.
Questo ha però alterato la percezione delle competenze sul territorio: la proprietà è Aler, e l’Aler è tenuta ad intervenire.
Ora succede che il Comune, oltre a essere l’attore protagonista (perché i cittadini non chiamano neanche più l’Aler), viene anche riconosciuto come l’inadempiente quando non riesce a risolvere il problema: dicono al sud “cornuto e bastonato”. Ho passato una decina di minuti negli uffici della segreteria del Sindaco, e sono arrivate svariate telefonate per problemi dell'acqua, di ascensore, di buche,...
La ristrutturazione di buona parte del quartiere non ha portato ad un maggior presidio in termini manutentivi, ed inoltre, ormai, il Comune – presente con costanza sul territorio anche grazie alle squadre di manutenzione dell’API – si è fatto carico dei disagi più o meno direttamente.
Stante la dimensione dell’insediamento, bisognerebbe riuscire ad avere una maggiore attenzione: speriamo che con il futuro accordo di Quartiere anche questo possa essere uno dei risultati per i quali festeggiare.
Per il momento, bisognerebbe contabilizzare i costi sostenuti e fatturarli ad Aler a seguito inadempienza!

Marco Masini

P.S: Vista la latitanza dell'"Istituto", è bene che il Comune provveda, ma così facendo l'Aler continua a deresponsabilizzarsi...
P.S. 2: è di oggi la sistenazione i una conduttura dell'acqua che ha lasciato ben 1600 persone prive di questo bene fondamentale, financo per bere, con l'intervento della locale protezione civile.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non possono contenere oscenità o parolacce. Se poi sono firmati e' meglio. Saranno soggetti a moderazione del blogger.
Grazie.